Progetto di partecipazione cittadina per la trasformazione degli ex bagni pubblici di Garbatella

Firmato dalle associazioni:

Embrice2030, Legambiente Garbatella, Comitato La Comunità, Childrens onlus fondo per l’infanzia, Marte 2010, Masnadieri.

Siamo un gruppo di associazioni e di comitati del quartiere che svolgono un ruolo importante per la coesione sociale, l’informazione e la promozione culturale della Garbatella. Abbiamo storie e finalità differenti ma siamo animati da uno stesso genuino spirito civico e volontaristico che ci lega indissolubilmente a questo territorio.

Crediamo fortemente in questo progetto avviato dal Municipio VIII e dell’ADISU per la trasformazione degli “Ex Bagni pubblici” di Garbatella in uno spazio pubblico per il quartiere. È la giusta destinazione per una delle perle architettoniche del nostro bellissimo quartiere.

Riteniamo tuttavia indispensabile avviare un vero progetto di condivisione e partecipazione che non si risolva in una giornata di consultazione, ma che metta realmente la cittadinanza nelle condizioni di prendere parte alla trasformazione di questo luogo, di appropriarsi di questo spazio perché diventi concretamente bene comune.

Per questo chiediamo il riconoscimento da parte delle istituzione di un tavolo di coordinamento delle associazioni del quartiere, associazioni che sono solo in parte rappresentate in questo documento che invece vuole essere aperto a tutte le esperienze del territorio interessate.

Chiediamo che a questo coordinamento sia riconosciuto il ruolo di organizzare e programmare, con il sostegno del municipio, una fase di partecipazione aperta alla cittadinanza.

Vogliamo organizzare una 3 giorni di incontri, dibattiti e laboratori che metta in condizione gli abitanti di Garbatella di partecipare ad un reale processo di informazione, condivisione e proposta.

Saranno giorni in cui avremo modo di parlare della storia del nostro quartiere, di come vogliamo che si trasformi e di come questo spazio possa diventare parte di questo progetto collettivo.

Trasformeremo gli spunti e i desiderata che emergeranno da questi incontri in un documento programmatico che vogliamo diventi parte integrante di un bando di progettazione per architetti affinché a questo luogo storico e simbolico del quartiere sia garantita non solo una destinazione d’uso congrua alle aspettative dei suoi abitanti, ma anche un progetto di restauro adeguato alla sua qualità architettonica.

Per fare questo siamo convinti sia fondamentale indicare una giuria altamente qualificata per la valutazione dei progetti, ma allo stesso tempo garantire una qualche forma di partecipazione alla selezione del progetto vincitore anche agli stessi cittadini.

Con questo documento chiediamo un impegno formale dell’ADISU e del Municipio affinché questo processo di partecipazione cittadina abbia il giusto sostegno e il necessario supporto da parte degli uffici tecnici e politici competenti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...